Home Staging: la Soluzione non il Costo!

Questo primo articolo riguarda una tecnica di Marketing immobiliare sconosciuta a molti lettori: l’Home Staging: la Soluzione non il Costo!…ma che cos’é “l’Home Staging”?

Iniziamo dall’origine ovvero da dove viene e perché?

L’Home Staging nasce negli Stati Uniti, come insieme di Tecniche di recupero, di design creativo e marketing immobiliare agli inizi degli anni ’70  dall’agente immobiliare Barbara Schwarz e si diffonde rapidamente come tecnica di valorizzazione immobiliare negli Stati Uniti e nel Canada, affermandosi come un servizio di consulenza irrinunciabile sia per gli agenti immobiliari che per i privati.

In seguito l’Home Staging  raggiunge i mercati immobiliari europei in paesi come l’Inghilterra, la Francia e la Spagna.

Il fenomeno che rivoluziona il concetto di vendita di un immobile arriva in Italia solo nel 2008.

Le tecniche di vendita nel nostro Paese si basano attività standard, dove chi mette in vendita il proprio appartamento incarica l’agenzia immobiliare di fiducia,  che prende in carico l’immobile, lo fotografa dentro e fuori e poi lo mostra nelle bacheche all’interno dell’agenzia, in vetrina e poi sul suo portale web e aspetta che il possibile acquirente si faccia vivo.

Bene quanto tempo passa prima che l’immobile abbia il primo compratore? La risposta è complessa in quanto entrano in gioco diversi fattori che portano a tale evento, vediamone alcuni:

  • La necessità di acquistare una casa
  • Il prezzo dell’immobile
  • Il luogo, comune, città o altro
  • Il contesto urbano in cui si vuole abitare
  • Comfort
  • Servizi nell’intorno dell’immobile.

Bene, potremmo continuare l’elenco dei “desideri”, ma cosa spinge veramente l’acquirente verso un immobile più di altri? Immaginate di essere un bimbo davanti ad una vetrina che lo divide dai dolci più buoni, dove cadrà la sua scelta sul dolce poco invitante, decorato in modo approssimativo e racchiuso in un incarto deludente o sul dolce ben guarnito con incarto magari dorato? E’ vero che ogni scelta è personale, ma  è dimostrato che si compra con gli occhi e voi avete già deciso quale dolce sarà vostro?

La casa è come un dolce, suscita emozione, interesse, addirittura felicità per come verrà arredata, cosa si potrà comprare, quali mobili e addirittura come scegliere i fiori per ravvivare l’interno della casa o il giardino.

Se l’acquirente sta cercando una casa in vendita o in affitto su un sito web o su pubblicità cartacee e le foto sono scure, poco chiare,  dove si intravede un arredo trascurato con pile di panni poggiati su di un divano, la cucina con pentole sul fuoco o la tavola imbandita per la cena, che dite gli verrà la voglia di comprare o di affittare la casa? Anche se fosse del prezzo e metratura desiderata il dubbio c’è, ovvero sarà la casa giusta? Dal momento che la casa viene messa in vendita o in affitto è importante per il proprietario e l’agente immobiliare avere contatti, molti contatti che possano portare alla conclusione della vendita o affitto nel più breve periodo. Il fattore tempo è un fondamentale per mantenere o non discostarsi troppo dal valore iniziale dell’appartamento, in quanto più si trova sul mercato, più il suo valore diminuisce e il proprietario non farà altro che perdere soldi in attesa di vendere o affittare.

Quindi tenere un immobile fermo sul mercato produce una perdita di denaro, ovvero NON C’E’ GUADAGNO.

Per evitare un simile evento cosa si può fare? Ecco che entra in gioco l’Home Staging, ovvero l’arte di saper valorizzare un immobile con pochi interventi a costo contenuto con tecniche di recupero, di creative design e marketing immobiliare applicate agli spazi interni della casa o esterni come  giardini, verande e balconi, con lo scopo di trasformare e rilanciare immobili obsoleti e/o invenduti da tempo sul mercato immobiliare.

L’Home Staging oggi si applica anche ad affitti brevi (micro-ricettività), e ad altri spazi commerciali come negozi, uffici e ristoranti.

Recenti statistiche, come riportato dal  sito “Staged Homes Italia” , dimostrano che “un immobile staged vende nel 77,2% del tempo in meno rispetto alla media italiana”.

Quindi al proprietario di un immobile non resta che “provare l’Home Staging per credere”.

“Siamo la soluzione…non il costo”.

Vuoi avere maggiori informazioni? Clicca qui.

Se Ti è piaciuto l’articolo condividilo con i tuoi amici e i social che preferisci.

[Ph: Emmanuelle Rivassoux]

By |2018-06-22T11:05:22+00:00aprile 9th, 2018|Commerciale, Interiors, Residenziale|0 Comments

Leave A Comment