Home Staging e la valorizzazione degli spazi esterni.

Vendere casa o affittare un immobile è una impresa ardua specie in questo periodo di crisi del settore. Per ovviare a questo si può utilizzare una tecnica di valorizzazione immobiliare molto diffusa nei Paesi anglosassoni e da pochi anni anche in Italia: l’Home Staging.

L’Home Staging, ovvero la valorizzazione immobiliare, non si ferma solo all’interno della casa, ma coinvolge anche balconi e terrazzi.

Poniamo attenzione particolare a balconi e terrazzi di piccole dimensioni che non devono essere visti come un ostacolo alla vivibilità degli stessi, anzi, i piccoli spazi sono di stimolo per cercare soluzioni innovative e speciali che, attraverso progetti specifici si possono rendere accoglienti ed essere un valore aggiunto all’immobile stesso.

La progettazione richiede competenza e professionalità anche per un piccolo balcone e/o terrazzo in quanto sarà importante per massimizzare gli spazi a disposizione rendendoli funzionali e più spaziosi di quello che in realtà possono sembrare utilizzando vari accorgimenti e scegliere le piante più appropriate.

Il balcone e il terrazzo possono creare problemi di privacy a cui si può ovviare con soluzioni che evitano di chiuderlo troppo e al contempo di metterlo in relazione con l’ambiente esterno e con la casa. Nel caso il balcone o terrazzo abbia un bel panorama sarà quello il punto focale facendo in modo l’occhio cada verso il panorama stesso.

Per un balcone e terrazzo di ridotte dimensioni, tenendo conto della privacy e della valorizzazione degli spazi esterni possiamo creare con poco uno spazio confortevole e vivibile.

L’importante è arredare al meglio questi balconi per sfruttarli al 100%. In cinque step vediamo come valorizzare uno spazio esterno ridotto.

Primo step: un balcone di dimensioni ridotte non può essere sfruttato per mille utilità, quindi è consigliabile scegliere un uso specifico e sfruttare al meglio lo spazio. Si può sceglie l’utilità del balcone o terrazzo, che può essere di intrattenimento, pranzo all’esterno, area relax, ecc.

Secondo step: un balcone o terrazzo raggiungono il loro splendore con l’uso di fiori e piante, che devono essere scelte in funzione di una serie di elementi, l’esposizione del balcone, il vento, il clima, la dimensione del balcone o terrazzo, ecc. Quindi è importante avvalersi della consulenza di un esperto in piante per rendere lo spazio gestibile e curare il verde con un programma specifico per avere un buon risultato.

Terzo step: Successivamente si cerca l’arredamento che più si addice al progetto che ci si è prefissi senza creare uno spazio troppo chiuso con oggetti e mobili che ne impediscono il corretto uso, quindi lasciare degli spazi vuoti per il giusto equilibrio.

Se, ad esempio, si vuole utilizzare come zona di riposo e lettura, oppure per una cena conviviale si possono usare sedie pieghevoli o sgabelli, magari colorati, oppure cuscini grandi come sedute; usare accessori che si possono aggiungere e togliere a piacimento.

Le piante possono essere disposte perimetralmente o con l’uso di rampicanti.

Se vogliamo creare uno spazio per ricevere ospiti all’esterno si può usare un piccolo divano, collocare candele profumate su dei supporti idonei o all’interno di lanterne di varie dimensioni in stile nordico o rendere l’atmosfera gioiosa con una ghirlanda di lampadine colorate per creare una piacevole atmosfera notturna. Si possono usare anche mobili trovati in qualche mercatino dell’usato con dei cuscini colorati e per finire un bel tappeto che magari riprenda le tonalità dei cuscini.

Lo spazio esterno può essere anche di ispirazione tradizionale senza seguire le mode ma senza tralasciare un tocco di colore e delle candele, l’importante è rendere quel piccolo spazio il più personale possibile.

Quarto step: l’arredamento esterno con tende e vegetazione rampicante può essere di aiuto per risolvere il problema della privacy.

Se l’articolo ti ha ispirato condividilo con i tuoi amici.

ALCUNI ESEMPI TRATTI DA PINTEREST PER TE!